Le 5 più belle piante natalizie

Ogni stagione ha il suo fascino, ogni mese le sue bellezze. Così anche il Natale.

La ricorrenza si lega indissolubilmente ad alcune specie di piante e fiori tipiche di questo periodo dell’anno. Veri gioielli che la natura ci offre e che per l’occasione diventano eleganti complementi d’arredo per i nostri ambienti o splendide idee regalo. Perché a volte basta davvero poco per dire “ti voglio bene”.

Scopriamo insieme le 5 più belle piante natalizie, e qualche curiosità davvero inaspettata!

Piante natalizie: Stella di Natale

Iniziamo il nostro viaggio dalla Stella di Natale, una delle piante natalizie più acquistate sotto le feste. Si distingue per le sue brattee dal colore rosso acceso, ampie e lisce, anche se oggi è facile trovare specie ibride con brattee fucsia, bianche o gialle.

La Stella di Natale predilige temperature miti: evitare gli ambienti sotto i 12°C e gli sbalzi di temperatura. Consigliamo di tenerla all’interno delle mura domestiche lasciandola posizionata sul nostro mobile preferito, in un luogo fresco e luminoso e lontana da fonti di calore dirette e da correnti d’aria. Annaffiare solo quando il terreno è ben asciutto.

Alcuni consigli per mantenere la Stella di Natale bella per tutto l’anno:

  • Arricchire ogni 15 giorni il terreno con del concime da fiore di buona qualità. Sospendere la somministrazione nel periodo della fioritura;
  • Le brattee fioriscono solo con le giornate brevi. Per favorire la loro crescita, coprire la pianta con carta scura dal pomeriggio alla mattina successiva;
  • A marzo potare i rami, spuntare le radici e rinvasare.

E la tua Stella di Natale sarà pronta ad accompagnarti fino al prossimo dicembre!

Zamia

Pianta ornamentale, anch’essa molto indicata per soggiornare nei nostri appartamenti. Si tratta di una pianta succulenta che richiede qualche piccolo accorgimento nell’annaffiatura: è preferibile usare acqua piovana o demineralizzata e fare attenzione al ristagno delle radici, per evitare che marciscano. Suggeriamo inoltre di eliminare le foglie appassite in quanto potrebbero richiamare parassiti.

Rispetto alla Stella di Natale, la Zamia ama temperature un po’ più alte, attorno ai 20°C, e necessita di concimazione circa una volta al mese con concimi specifici per piante succulenti: concimi organici o minerali, a seconda della fase di sviluppo o vegetativa.

Anturio

Anche l’Anturio è una pianta decorativa da interno perfetta per Natale. Perché? Basti pensare alla bellissima brattea di colore rosso fuoco che racchiude un piccolo fiore giallo a forma di cono. E alle foglie lucide e dal verde intenso a forma di cuore. Un regalo senz’altro gradito per vivere lo spirito natalizio insieme alla nostra dolce metà.

Le sue origini tropicali rendono questa pianta perfetta per ambienti umidi e molto caldi. Per preservarla bisogna dunque studiare un modo per far sì che l’aria in casa non si asciughi troppo, come capita di frequente quando si accendono i caloriferi.

Come per la Zamia, anche nel caso dell’Anturio è meglio annaffiare con acqua piovana. Con il consiglio di passare le foglie con uno straccio umido: questo permetterà loro di respirare meglio. E alla pianta di abbellire il più a lungo possibile la tua casa.

Agrifoglio

Veniamo ora a una pianta da esterno: l’agrifoglio. Arbusto molto resistente, è oggi presente sul mercato del verde con centinaia di ibridi e varietà. Affronta bene sia le alte che le basse temperature, preferisce terreni ben drenati e non richiede cure particolari. Solo un’accortezza: può raggiungere i 20 metri di altezza, quindi pensa bene a dove piantarlo!

Caratteristica dell’agrifoglio che lo rende una pianta tipica natalizia è la presenza delle classiche bacche lucenti e rosse, chiamate “drupe”, assai usate per decorazioni, ghirlande, centrotavola. Ma attenzione: solo gli esemplari femminili le producono.

Echeveria

Concludiamo la nostra panoramica con un’altra specie di piante succulenti: l’Echeveria. Dalle dimensioni contenute (il diametro varia da 2 a 10 cm), ha foglie carnose e una conformazione che ricorda le rose. Con una particolarità: dalla base della rosetta principale si producono stoloni sottili al termine dei quali nascono nuove rosette, in un caleidoscopio di eleganti forme. La pianta è reperibile in diverse colorazioni: verde, rosa, grigio-azzurro.

L’Echeveria teme il freddo, ama la luce ed è perfetta per la coltivazione in casa. Un piccolo gioiello da mettere al centro di una bella tavola imbandita e da unire ad altre piante grasse in composizioni creative e personalizzate.